giovedì 31 marzo 2011

Planetariamente parlando...

Voi avete mai creduto ai segni del destino?
Devo ammettere che io non sono una grande estimatrice di oroscopi, congiunzioni astrali ecc. (anche se nutro una certa ammirazione  per Paolo Fox, che le azzecca TUTTE!), ma sto facendo col tempo sempre più mia l'idea che tutto accada per una ragione ben precisa, e che quando hai la sensazione che qualcosa accada, quella all'incirca per il 90% dei casi, accadrà sul serio (questo potrebbe essere definito anche come "intuito femminile", ma qui bisognerebbe aprire un capitolo a parte! :P).
Ultimamente mi è capitato davvero spesso, di sentir parlare della cosiddetta "Legge dell'Attrazione", e nonostante sembri avere parecchi riscontri, io non mi sento di affidarle tutta questa notorietà. Che il mio animo da "futura psicologa - fan della singolarità dell'individuo" stia venendo fuori? Mi piacerebbe avere un vostro parere al riguardo: vi è mai capitato di sperimentarla, o ti trovarvi in accordo o disaccordo con qualcosa che ho scritto in precedenza?
Nel frattempo, per staccare la mente da questi milioni di pippe mentali che mi caratterizzano, ho deciso di rimandare la lettura di "Cristo si è fermato ad Eboli", e dedicarmi invece ad un qualcosa che dal titolo sembrava parecchio intrigante e leggero, ma in realtà è molto più profondo di quel che si immagini: "L'Alchimista" di Coelho.

E poi, è finalmente arrivata a primavera! A celebrarla degnamente ci hanno pensato il ri-sfoggio delle mie fedeli Converse, segno inequivocabile dell'inizio del caldo, e l'acquisto di un nuovo smalto il cui colore mi sa tanto di primaverile, non so perchè!



E' finalmente arrivato il momento di pensionare gli abiti invernali!



Torno sui libri...mi tocca proprio adesso!

domenica 20 marzo 2011

Perdo e ritrovo sempre...voi.

Dopo mesi che non ci si vede, ritrovarsi con due amiche splendide.
E perdersi, coi pensieri, coi ricordi, con l'mp3 in play, nell'architettura moderna di una stazione quasi solitaria aspettando il treno per mezz'ora.



martedì 15 marzo 2011

Questione di ...tagli!



Capelli tagliati amici! Cambio vita? No! Semplicemente doppie punte.
Ho trovato tramite una mia amica un parrucchiere che fa quasi i miracoli. Certo, non è il taglio radicale del secolo, ma almeno non ho la fobia da "Edward mani-di-forbice". Una spuntatina ogni tanto ci vuole.
All'università è un periodo fighissimo! Ho conosciuto tante persone nuove, sono sempre in compagnia, ascolto storie di altri e mi ci rispecchio alla grande, ma soprattutto: Sono innamorata del Simposio di Platone. Fa parte del programma di Filosofia morale, ed ha un qualcosa di straordinariamente "accattivante". Tutto quel parlare d'amore, le diverse concezioni che si ha di esso...insomma un li bro in cui rispecchiarsi, pur appartenendo a due sfere temporali totalmente differenti.

Posto qui uno spezzone tratto dal film "Tre uomini e una gamba", in cui è descritto forse una delle parti più belle dell'opera platoniana. Io sono sincera, sono un pò scettica riguardo questa storia, ma può essere un'interessante spunto di riflessione:


E voi, che ne pensate?

lunedì 7 marzo 2011

Cose che...

Avrei voluto scriverlo da un pò che la sessione d'esami è finita, ma sono stata presa da tante cose, e purtroppo il tempo per scrivere, ma anche la voglia, lo ammetto, scarseggiavano un bel pò. Dunque, sono andata a tentare il mio terzo esame con l'influenza e la convinzione che non l'avrei superato dato che il programma era vastissimo e difficile, ed io l'ho dovuto preparare in una settimana .
Sorpresa: ero tra i promossi, ma con un 19, rifiutato.
Ritenterò a Giugno, avrò più tempo per studiare e magari passerò con un voto nettamente migliore.
Nel frattempo, avrei certamente potuto gioire, ma ovviamente Saturno opposto mi perseguita e il mal tempo ha fatto da cornice ad un venerdì sera in cui il ragazzo con cui mi frequentavo da quasi due mesi, ha deciso di chiudere la nostra frequentazione con la giustificazione che ho imparato a conoscere a memoria in questi mesi: "Il problema non sei tu, sono io che in questo periodo non sto bene con me stesso, però ti voglio bene e per te ci sarò sempre!". Ora so già che mi verrete a dire che nemmeno due mesi sono pochi per soffrire, e su questo potrei darvi anche ragione, ma ci sono rimasta male comunque, perchè seppur "piccola" è comunque una delusione, ed ora mi sento di nuovo sola. Forse è questa la cosa che mi fa più male, che ancora una volta sono stata messa da parte. Resto comunque dell'idea che tutto accade per una ragione, devo solo ancora capire ancora una volta quale.
Ad ogni modo, ho affogato il mio dolore in un doloroso libro: Noi, i ragazzi dello zoo di Berlino. Crudo all'inverosimile, di un realismo, quasi angosciante. Successivamente credo mi dedicherò alla lettura di "Cristo si è fermato ad Eboli", reperito nella libreria immensa di papà.
Dovrei mettere in ordine la camera, dovrei studiare, dovrei fare altre cento cose ma non ne ho minimamente voglia. Una cosa che vorrei tanto invece, è cambiare un pò la grafica al mio blog. Se siete quindi esperti nella creazione di template, o se conoscete qualcuno che sia capace, basterà lasciare un commento qui sotto al post, e successivamente si potrebbe prendere un accordo.
Mi sa che ora vado a leggere un pò...a presto!!!


Ps: guardate che bello lo sfondo del mio pc fino a qualche giorno fa! Avete capito di cosa si tratta?