mercoledì 10 novembre 2010

Coraggio mancato

Giorni, settimane, mesi...silenzio.
"Ora ci provo, vedo che succede...vabbè poi lo rifaccio...basta è inutile".


Avrei tanto voluto essere diversa, quella che affronta le situazioni di petto, che compie azioni senza pensarci, che sa aggrapparsi e rimanere sospesa, mentre la terra scivola sotto i piedi.
E invece...
Sono qua. Domande tante, dubbi non ne parliamo.
Cullata dalla sottile speranza del "tanto cambierà qualcosa", mi sono lasciata trasportare dalla corrente, giungendo a riva senza forze, stremata, stanca.
Eppure, non posso dire che non ci ho provato, uno sforzo l'ho fatto. Inutile.
Una forma di noncuranza così plateale, e così altrettanto palesemente denigrata in precedenza, da annullare le mie certezze, tanto da sbattermi in faccia il passato e chiedermi :" Ma...in cosa ho creduto?"


La paura...il ciclico ripetersi sempre delle stesse situazioni, il rimbombare di quella canzone per me maledetta, che ogni volta che l'ascolto succede sempre qualcosa. Di negativo, naturalmente.
Sono un funambolo con le protezioni a portata di mano...ma non le raccolgo mai. A volte mi sfuggono dalle mani, altre sono io ad aver paura di sporgermi e di perdere l'equilibrio per afferrarle.

Dispersa tra i miei vorrei, voglio, non ho, non posso, come faccio, non è vero.
Qui...sospesa e in attesa.

9 commenti:

  1. Ti dedico il mio ultimo post! Forza forza forza!

    RispondiElimina
  2. "ma come fa paolo fox ad indovinare sempre?"
    ME lo chiedo anche io!!!
    Forza e coraggio!

    RispondiElimina
  3. @Allegra: sono passata nel tuo blog e ho letto il post...dirti che era la lettura giusta al momento giusto è riduttivo, credimi! Grazie! :)
    @Chiara: Sto iniziando seriamente a pensare che Paolo Fox sia un santone o che sia il mio vicino di casa camuffato...oh, le azzecca TUTTE!

    RispondiElimina
  4. Un po' come le sensazioni che mi danno queste lunghe giornate invernali... Anche io mi sento sospeso, in bilico. Voglio, non voglio, lo desidero, non lo desidero più. Mi sembra di essere schizofrenico e alla fine il tutto termina con un bel Bo. Forse il segreto e quello di vivere a prescindere da tutto e da tutti...
    Un abbraccio :)

    RispondiElimina
  5. Beh Andrea, forse hai ragione! Ma come fare quando i problemi ti rendono particolarmente nervoso?

    RispondiElimina
  6. ma su, tranquilla. haiparlato di cicli, tornerà il sereno :)

    RispondiElimina
  7. Me lo auguro davvero Only Me... :)

    RispondiElimina
  8. in fondo tutto è vita, tutto ha contribuito a essere quella che sei ora..qualcosa di "buono" c'è anche nella negatività..l'importante è provare a guardare avanti ;) bel blog!

    RispondiElimina
  9. Ti ringrazio Igor, e accetto di cuore il consiglio! :)

    RispondiElimina