sabato 9 ottobre 2010

Basta una canzone...

Gatekeeper make no sound, soul waver look around...

Un albergo in Puglia, la musica in filodiffusione, il rumore del phon e la voce della tv che un pò la coprono, e il cuore in tumulto, pieno di speranze...successivamente infrante.

And I feel strong and loud sensations...

E' incredibile la potenza che ha una canzone: capace con una sola strofa di mettere in PLAY una serie di immagini e di ricordi, che affiorano ancora vivi e lucidi, come sangue da una ferita aperta. E sentire ancora sotto i piedi la sensazione della sabbia, ascoltare ancora rapita il rumore del mare di sera, le voci dei turisti stranieri impegnati a praparare i falò, percepire sulla pelle il brivido del vento che soffia su un autostrada con le macchine parcheggiate nell'aria di sosta.

E sapere...sapere che quei momenti si ripeteranno, forse, ma magari con una persona diversa accanto, e sentire ancora una fitta al cuore, perchè pensarci fa ancora un pò male.
Forse...dovrei scriverla quella lettera.
Quando sarà il momento dirò quel "grazie".

Nessun commento:

Posta un commento