sabato 11 settembre 2010

Il raffreddore dopo le tempeste...ed i test!

" Beh se i partecipanti sono questi che vedo, avete una possibilità su dieci di entrare"
E fu così che l'aula B08 si riempì nel giro di pochi minuti.

E' il primo giorno di vacanza dopo i precedenti tre caratterizzati da sveglie alle 4.00 per andare a sostenere i test d'ingresso, la prima mattina dopo tanto tempo che mi sveglio alle 9.10, nonostante sia andata a letto alle 2.30, per aspettare i miei genitori di ritorno dal matrimonio di mia cugina, al quale anche io avrei dovuto partecipare, se non mi fossi presa tutta l'umidità di Monte Sant'Angelo, e non mi fossi ammalata (sigh!).

E' stata l'esperienza sicuramente più stressante della mia vita, ma devo essere sincera, è stato un momento molto importante...è forse quello che meglio mi ha fatto realizzare che ormai la mia vita da liceale è terminata, ed è arrivato il momento di dare contorni meno indefiniti al mio futuro. Varcare la soglia di un complesso universitario, immediatamente ti proietta in un altra dimensione, fatta di ansie, di "non ce la farò mai", di dubbi, ma ti permette anche di avvicinarti a tanti altri ragazzi che sono lì come te, spaventati quanto te, che si rivelano preziosi sostegni morali, dando vita a rapporti d'amicizia che ti regalano una speranza nuova, seppur illusoria, proprio come è successo a me.
E adesso sono qui, con 15 lunghi giorni d'attesa davanti prima di conoscere gli esiti dei test, 3 nuovi amici con i quali è in programma una super-pizza, e una valida alternativa nel caso i risultati siano negativi.

Riguardo alle prove sostenute, beh...ce ne sarebbero di cose da dire!
Bicentenari di nascite e morti di personaggi sconosciuti ai parenti stessi, parole improponibili e, credo, in disuso da quasi mezzo secolo, di cui individuare l'etimologia o il significato, serie di numeri che avrebbero messo in crisi pure Pitagora...
Diciamo che ho fatto del mio meglio, ma si sa, la selezione è dura e non si può mai esser certi di nulla. Non so perchè ma non riesco ad essere molto fiduciosa, anche se devo ammettere che avendo un'alternativa abbastanza allettante, sono molto più tranquilla.
Nel frattempo mi diletto tra la preparazione di un dolce al limone, quello di una pizzetta rossa...e la ricerca dei pacchetti di fazzoletti che ormai ho sparso per casa come molliche di pane (Hansel e Gretel docet!)
Ma comm s' pò 'ffa...!

13 commenti:

  1. mi hai fatto ricordare il mio test di ammissione (sembra una vita fa..ed effettivamente lo è)!
    non ci pensare più, vedrai che sei passata (a proposito, a che corso?) :)
    in bocca al lupo!

    RispondiElimina
  2. Innanzi tutto volevo ringraziarti per aver deciso di seguire il mio blog, è davvero un gran regalo che mi hai fatto... Grazie :)

    Ho letto questo tuo ultimo post, non so a che corso universitario ti riferisci, so solo che se vissuto bene il mondo universitario è un mondo bellissimo.
    Per me è stata una rinascita, dopo anni e anni di studi "forzati", quando mi sono trovato davanti la facoltà da scegliere mi sono sentito improvvisamente libero.
    Libero di fare della mia vita quello che volevo.
    Ti auguro di aver superato il test d ammissione e se così non fosse tieniti una scelta "alternativa", una seconda possibilità e non perdere tempo... :)
    Un abbraccio e grazie ancora

    RispondiElimina
  3. intanto in bocca al lupo (e benvenuta tra i followers del mio blog!), quanti ricordi, l'Università... indubbiamente il periodo più bello della mia vita, fosse per me sarei ancora lì... comunque, bando alle ciance... il famoso dolce al limone? dov'è? forza forza, mano ai fazzolettini, ricetta e foto!

    RispondiElimina
  4. Ciaoooo!!
    Eccomi qua!

    Un po' di ansia per i test è più che normale. Io per fortuna non ho dovuto sostenere alcun test d'ingresso quando mi sono iscritta all'università. Penso tra l'altro che siano un po' inutili, forse bisognerebbe dare a tutti la possibilità di accedere ad un corso di laurea, senza contare che la scuola superiore non è in grado di preparare un alunno ad un test d'ingresso (almeno così è stato nella mia scuola).
    So di gente che ha dovuto frequentare corsi privati (e costosi) per prepararsi ad un test d'ingresso alla facoltà di medicina, senza neanche riuscire ad entrare.
    Poi certamente la passione per determinate materie gioca anche il suo importante ruolo...

    Cerca di stare tranquilla, vedo che hai una valida alternativa. Dovesse andare male (spero di no) non rimani comunque con le mani in mano e puoi sempre ritentare il prossimo anno!

    In bocca al lupo!!!

    RispondiElimina
  5. Ciao,
    ti ho vista nelle pagine del mio blog e appena ho avuto tempo sono venuta a curiosare fra le tue pagine.Mi è piaciuto tutto...gli aforismi, la musica, i pesci rossi, il tuo ultimo post...e mi è piaciuta tanto la tua semplicità così piena di gioia di vivere e di spirito vitale...sono sicura che affronterai le prove della vita da vincente perchè hai la forza dentro di te...comunque vada ti rialzerai...ricordati non è importante cadere lo è rialzarsi...
    Teoderica.

    RispondiElimina
  6. Il corso di laura al quale ambirei accedere è quello di psicologia...ma i posti a Napoli sono limitati. In alternativa credo mi iscriverò a Chieti, dove l'accesso è aperto, e i miei genitori, mi farerbbero il gran favore di supportarmi sia economicamente che moralmente. I risultati dei test si conosceranno il 27...nel frattempo aspettiamo.

    @Valepi: la ricetta del dolce è questa (la quantità è per circa 8 persone)
    400 gr di farina
    250 gr di zucchero
    4 uova
    1 bicchiere di latte
    1 bicchiere di olio
    1 bustina di lievito pan degli angeli per dolci
    il succo di un limone ( o se si preferisce di arancia)

    In una teglia si mescolano zucchero e uova, fino ad ottenere un composto morbido e poi si aggiunge lentamente la farina. Aggiungere poi latte, olio e lievito, e alla fine il succo di un limone spremuto e filtrato con un colino (c'è anche chi mi ha conhsigliato di aggiungere un dito di limoncello, ma a me non piace molto)
    Quando si avrà un composto morbido infornare per 15 minuti a 180°

    A breve la ripreparerò e scriverò un post con annesse foto e spiegazioni. Spero di essere stata abbastanza esaustiva. Grazie a Tutti e spero di risentirvi presto! Baci

    RispondiElimina
  7. slurp... buonissimo... lo proverò al più presto... e,ora che ho letto l'ultima spiegazione sui test di ammissione... ti capisco ancora di più!!!!!! in bocca al lupo"

    RispondiElimina
  8. Hai un blog davvero interessante. Titolo stupendo, tanto caro anche a me.
    In bocca al lupo!
    E concordo con Chiara!

    RispondiElimina
  9. Grazie di cuore Chiara...ho letto un pò il tuo il tuo blog e carpito informazioni dal tuo profilo...credo che abbiamo alcune cose in comune! :) A presto, bacioni

    RispondiElimina
  10. spero che per te tutto possa andare bene per quanto riguarda l'università!
    il blog è molto bello! ti seguo :)

    RispondiElimina
  11. Ciao e grazie per essere passata a trovarmi, mi ha fatto molto piacere.
    In bocca al lupo per l'università!
    A presto,
    Heidi

    RispondiElimina
  12. Ohhh bellino qui, c'è anche la musichetta!
    Purtroppo non è che posso commentare a tema perché l'università per me è mondo misterioso, però ti lascio un bacetto. Smack!
    Grazie ;-)

    RispondiElimina
  13. Grazie mille per il commento e gli auguri,sei stata gentilissima a fare un salto sul mio blog! Non so come sarà quest'anno da neodiciottenne,io spero sia proprio come un po' tutti lo descrivono e mi auguro che tutto possa andare bene,soprattutto in ambito scolastico! Non so se il liceo mi mancherà quando sarà finito,ho ancora due anni da frequentare (perchè ne ho perso uno) ma sinceramente non vedo l'ora che finiscano per potermi finalmente dedicare alla scelta dell'università. Sto vivendo molto male lo studio e i sacrifici che richiede.. ma senza dubbio una volta diplomata,l'ambiente scolastico della classe mi mancherà un po'! Per quanto riguarda l'auto ho l'esigenza di prenderla in fretta solo perchè non abito vicino al centro della mia città e muoversi in autonomia,senza dover rispettare gli orari di treni ed bus sarebbe più semplice! se la situazione fosse diversa,mi concentrerei prima su altre cose più importanti! Uff,che commentone,spero di non averti annoiata! :) baci!

    RispondiElimina