domenica 24 gennaio 2010

Il mio (meritatissimo) riscatto

In questi giorni di assenza, cari i miei lettori, ho capito una cosa importante:

...il RISCATTO esiste...
Nessun rapimento e conseguenti richieste di soldi in vista...semplicemente una consapevolezza che si sta facendo strada dentro di me, ogni giorno che passa, con maggiore intensità. Ho passato un anno davvero difficile, conscia della mia situazione di sottoposta a qualcuno caratterialmente più forte di me, a cui bastava dirmi un solo:" Ciao!" per tenermi in pugno.
Lui...che mi ha incontrata per caso
Lui...che mi ha cercata
Lui...che mi ha scelta
Lui...che mi lusingata
Lui...che mi illusa
Lui...che mi ha umiliata
Lui...che spariva e ritornava
Lui...che parlava, che parla ancora...ma non si è mai giunti ad un accordo.
Lui...che per me era tutto, ora è solo pelle da cambiare, cellule morte che con un peeling profondo, lasceranno il mio corpo.
Si è detto di tutto...che i tempi erano sbagliati, che sono immatura, che la situazione era complicata...eppure IO per lui ci sono SEMPRE stata. A differenza sua. E non ho mai sentito un GRAZIE uscire dalla sua bocca.
Ed ora, se consentite, GODO quando ancora mi cerca perchè vuole vedermi, ora che ha il sentore di avermi persa, ora che io sono di un altro.
Ho buttato lacrime amare, ho sofferto quando non mi cercava, non mi voleva, veniva a chiedermi di amiche mie che gli piacevano, a parlarmi di ragazze con cui avrebbe voluto avere una storia "seria"...ad ogni bacio però ci ricadevo, ad ogni parola, complimento, mi illudevo che era la volta buona.
...Ma poi ho capito, quel barlume di lucidità rimasto in me, mi ha dato la forza di dire BASTA.
E se ora sono felice, se ho qualcuno accanto che mi fa stare bene, mi fa sentire importante...vuol dire che le mie sofferenze sono state ripagate...e non mi interessa quanto durerà, l'importante e averlo qui, adesso.
Non venitemi per favore a fare quei discorsi del cazzo sugli amori adolescenziali, perchè sfido chiunque a dire che da ragazzo non ha sofferto per amore...non siate così scontati e banali perchè vorrei vedervi stesi sul letto a pensare a lui/lei, e a litigare con i vostri genitori perchè vogliono costringervi a mangiare, e qualcosa che lui/lei ha fatto, vi ha fatto passare l'appetito.
Ed ora scusate, vado...ho una domenica di fuoco che mi aspetta!!!

giovedì 7 gennaio 2010

...Viva, viva la BEFANA!!!

"La Befana vien di NOTTE

con le scarpe tutte ROTTE..."



Sulle note di questa canzoncina a tratti demenziale, che fin da piccoli siamo costretti a canticchiare di dovere ogni 6 Gennaio, sono andate via anche le feste di Natale, e tutto ha ripreso a scorrere con snervante regolarità. Stamattina tutti a scuola, oggi pomeriggio tutti a studiare, sveglia di nuovo presto, ansia da interrogazione e meno tempo a disposizione per uscire di sera. Tuttavia non si possono liquidare così 15 giorni di festa che, nel bene o nel male, meriteranno di essere ricordate per tanti motivi...


Innanzitutto gli addobbi:




















...contribuiscono sempre a creare l'atmosfera magica del Natale...

Poi i regali...magnifici!!!


(e questi sono solo alcuni!!! Ihih...)



E poi le cose importanti...le uscite con gli amici ritrovati dopo anni, le fughe serali in compagnia di una persona speciale, le telefonate e i messaggi di auguri, i cenoni, i cioccolatini e dolci, il mio cellulare che ha squillato e ricevuto messaggi in continuazione...e poi quel piccolo segreto che tengo gelosamente nascosto, e quella speranza che il mio desiderio si avveri...


Mamma mia e quanto ho mangiato!!! Altro che palestra ora...ci vuole proprio Lourdes!!! :S


Ora vado...si torna sui libri (che pena!)!!!


A tutti voi che leggete le mie parole...BUON ANNO!!!
Vivetelo con la leggerezza che contraddistingue l'anima di tutti...a presto!!! :)