domenica 20 dicembre 2009

SMILE whitout a reason why!

Mi sono un pò rotta le palle di stare senza far niente, e così tra una chiacchiera coi miei, una sgranchita di gambe da vecchietta periartritica (il che è grave considerando che ho solo 17 anni e mezzo!), e il pensiero che dovrei fare un shampoo, ma che la sola idea di mettere la testa sotto il getto dell'acqua mi fa rabbrividire (considerando che qui c'è una massima di 7° e una minima di 3°; roba che se ti affacci al balcone trovi i pinguini che sciano offrendo polaretti)...mi sono messa a pensare a queste feste di Natale ormai imminenti.
Quando ci penso mi dico sempre che questo è il mio ultimo Natale da minorenne e che me lo devo godere alla grande...ma sinceramente non credo che basti pensarlo per metterlo in pratica.

Strano ma vero, ho capito che la mia felicità si annida nelle piccole cose, nei piccoli gesti ke mi rendono felice: un complimento, un acquisto gradito, la compagnia delle amiche vere con le quali puoi parlare per ore dello stesso argomento senza sentirti dire: " Marò Francè...je rutt u cazz!!!" (hai rotto...e il resto si comprende!).

Molti miei coetanei credono che per essere felici bisogni per forza essere innamorati follemente, giusto per il piacere di esibire brillocchi maestosi per le strade, e dire:" Sapessi, questo me l'ha regalato lui/ lei...!!!"
Avere un fidanzato è diventata una moda...se un animale domestico facesse regali, sicuramente avremmo almeno un cane per famiglia, ne sono certa!!! L'amore non si compra, si conquista piano piano...con questo non mi colloco certamente nella schiera di quelle ragazze insoddisfatte che fingono indifferenza nei riguardi dell'amore...mi piacerebbe trovare qualcuno, ma "quel qualcuno" giusto, non uno così tanto per fare. Io penso al positivo (perchè son vivo, perchè son vivo...xD) riflettendo, sadicamente, sul fatto che " s'anna apparat cierti ciess!" (si sono fidanzati certi cessi...traduzione simultanea dal torrese sguaiato, all'italiano), e quindi c'è possibilità per tutti, se non oggi, domani...alla fine non sono poi così male!!!

Tornando al filone precedente, devo dire che ultimamente molte cose mi hanno reso felice:

-aver comprato finalmente gli stivali di camoscio simili alla cintura;
-aver ritrovato vecchi amici;
-sapere che molte persone mi vogliono bene;
-aver trascorso questa mattina all'Auchan con le mie amiche, senza aver comprato nulla per me, sfidando il freddo, il sonno, e quei cafoni che hanno preso la Vesuviana insieme a me;
-la consapevolezza che queste feste, nonostante tutto, saranno piacevoli;
-l'idea che domani la scuola finisce;
-il pensiero che mercoledì le doppie punte abbandoneranno la mia chioma fluente.

INSODDISFAZIONE? Ma vàààààààààààà!!!
Io sono felice di vivere come vivo, di ridere di gioia dividendo un cornetto al cioccolato con le mie amiche, di sapere che se ho bisogno di una persona, quella per me terrà la porta sempre aperta perchè tra di noi c'è affetto, di avere una famiglia straordinaria che mi fa passare ogni sfizio...e di poterlo dire a tutti. Non c'è un tempo prestabilito per essere felici o tristi...siamo un pò di tutto in ogni istante, ed è per questo che, potendo, io scelgo di essere felice. E vaffanculo all'apatia...

5 commenti:

  1. Deep eyes, 17 anni e mezzo (adoro quel mezzo) sono una bellissima età.
    E tu mi sembri una ragazza molto in gamba.
    E giusta la tua filosofia, espressa in questo post. Oltre le considerazioni mi è piaciuta la parte finale, il compendio, dove tu fai l'elenco delle piccole cose materiali che ti hanno reso, ultimamente, felice.
    La felicità, Deep eyes, è fatta anche di piccole cose materiali.
    Di desideri da poter concretizzare nell'immediato.
    Spesso noi adulti ce ne dimentichiamo.
    Ci scordiamo dei nostri 17 anni e mezzo.
    E dei piccoli sogni che fanno grande la vita.
    Per te tantissimi auguri, di realizzare tutti, ma proprio tutti, i tuoi sogni.
    Grandi e piccoli.
    Auguri anche per questo tuo giovanissimo blog.
    Un bacio
    Marilena

    RispondiElimina
  2. Cara Amaranta, il tuo commento mi ha reso molto felice. Ciò che desideravo era proprio mettere in risalto la spensieratezza dei miei "17 anni e mezzo", cercare di portare una ventata di gioia e far riprovare l'ebbrezza della giovinezza anche a chi l'adolescenza l'ha superata da un pò. Grazie per le tue parole, e grazie soprattutto perchè questo tuo commento dimostra che non occorre avere la stessa età per capirsi...ognuno può rispecchiarsi nelle parole dell'altro. Un bacio!!!

    RispondiElimina
  3. E' un ipermercato, una sorta di centro commerciale... :)

    RispondiElimina